Regione Toscana

Stato di recepimento ed implementazione del Piano Nazionale Demenze a livello regionale.

Con deliberazione n. 147 del 23 febbraio 2015, la Giunta regionale della Toscana ha recepito il "Piano nazionale demenze - Strategie per la promozione ed il miglioramento della qualita' e dell'appropriatezza degli interventi assistenziali nel settore delle demenze", nonché il parere del Consiglio Sanitario Regionale n. 102/2014 “Presa in carico del paziente con Alzheimer”.
Successivamente, con deliberazione n. 354 del 30 marzo 2015, in coerenza con le indicazioni della DGR 147/2015, è stato approvato un Accordo di collaborazione tra Regione Toscana, Unione Nazionale Comuni Comunità Enti Montani Toscana (UNCEM), Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI), azienda USL 2 di Lucca, azienda USL 3 di Pistoia, azienda USL 10 di Firenze, Associazione Italiana Malattia di Alzheimer Firenze Onlus Sezione di Firenze, la Società della Salute della Val di Nievole e la Società della Salute di Empoli. Tale Accordo prevede la definizione e sperimentazione di un percorso diagnostico terapeutico assistenziale (PDTA) per il miglioramento della gestione delle demenze nell'ambito di quattro aggregazioni funzionali territoriali (AFT).
Parallelamente, il Consiglio Sanitario Regionale (CSR) ha definito un PDTA regionale per la gestione del paziente affetto da demenza, in base al quale le aziende sanitarie coinvolte hanno definito specifici PDTA di contesto condivisi tra specialisti di riferimento, servizi sociali, medici di medicina generale afferenti alle AFT coinvolte nella sperimentazione e sedi provinciali interessate dell'Associazione Italiana Malattia di Alzheimer (AIMA). Tali PDTA definiscono nuove soluzioni organizzative per la gestione della fase acuta del disturbo cognitivo-comportamentale, prevedendo l'individuazione di posti letto dedicati in strutture residenziali, al fine di evitare ricoveri ospedalieri impropri.”
Con successivo parere n. 75/2015 il CSR ha inoltre aggiornato le Linee guida regionali “Sindrome Demenza - Diagnosi e Trattamento”.

La DGR 1022 del 26 ottobre 2015 ha destinato alle aziende sanitarie coinvolte un contributo a supporto delle necessarie azioni di sviluppo organizzativo e delle iniziative di formazione.

La DGR 60 del 9 febbraio 2016 ha infine definito i contenuti per la realizzazione di percorsi formativi a livello aziendale e un set minimo di indicatori per il monitoraggio e la valutazione dei risultati, dando avvio alla sperimentazione per una durata di 12 mesi.
La realizzazione degli strumenti tecnologici di supporto all’attuazione del PDTA previsti dalla citata DGR 354/2015 sarà programmata a seguito del completamento di alcuni progetti strategici regionali inerenti lo sviluppo e l'armonizzazione del sistema informativo sanitario, anche alla luce del nuovo assetto organizzativo delle aziende sanitarie di cui alla legge regionale 84/2015.

Leggi la documentazione di riferimento allegata

Per approfondimenti

Leggi il testo del Piano Nazionale Demenze pubblicato in GU Serie generale n.9 del 13-1-2015.

Torna alla pagina della Normativa nazionale e regionale